Pensieri ed Illusioni

Okay diciamo pure che la mia vita sta andando a puttane e mi sento sprofondare sempre di più specialmente dopo oggi.

Io sinceramente non so più come comportarmi, cosa fare o come reagire. Sono stanca di fare parte di una famiglia che dice di esserti vicino se vuoi fare qualcosa o intraprendere un viaggio e poi ti falcia le gambe che manco un taglia erba farebbe così male.

Ora so che probabilmente non tutte le famiglie sono così, anzi lo spero, perchè se tutte le famiglie sono come la mia “aiuto!aiuto! Scappate!”

Ora si io soffro d ‘ansia e di attacchi di panico, che stanno diventando sempre più un ostacolo perdendo la voglia di lottare per quella cosa chiamata VITA.

Sapete è come quando vedi certe cose in un film e pensi “non accadrebbe mai nella vita reale” , peccato però che non tutte le famiglie siano come quella del mulino bianco e che la vita non sia rose e fiori.

Ho sentito tante persone dirmi che non esistono solo il Bianco o il nero, che c’è anche la via di mezzo, quindi il grigio. Quest’ultimo però è un derivato dall’unione del bianco e del nero e lo si può ottenere solo in una certa ottica e con un certo dosaggio, perchè se uno dei primi due colori viene a mancare non potrai ottenere mai il grigio, il colore delle sfumature in bianco e nero.

E se ti manca un colore nella tua vita bianca e nera, o le cose diventano troppo felici da darti la nausea, che glicemia portami via… o si oscura tutto e piano piano ti ritroverai soffocata da quello che ti circonda a gridare con un filo di voce per essere aiutata.

Ora voi provate ad immaginare un adolescente che è uscita da un paio di anni dal mondo dell’autolesionismo, con la prospettiva che le cose sarebbero potute andare meglio ed invece questa si vede il mondo pezzo per pezzo crollarle addosso, sapendo che una luce c’è e sta cercando in tutti i modi di aiutarla, ma lei non ha più le forze per aiutarsi e per reagire in questo momento.

Cede alla luce per riprovare ad uscirne ma l’oscurità dall’altra parte non la lascia andare stipandosi sempre di più dentro di lei, nel suo cuore nei suoi occhi, rendendo il suo sguardo vuoto, finchè la luce è talmente vicina a lei da eliminare l’oscurità.

Per eliminare l’oscurità però la ragazza non dovrebbe più ricordarsene o viverci o sentirla dentro di lei. Si vede costretta a scegliere.

E questa domanda la pongo a voi spettatori che cosa dovrebbe fare la ragazza?

Annunci

Amore

Amore è una parola magica…

è una chiave che apre le porte della fantasia e ti fa entrare in un mondo di speranza ed illusioni.

Amore è il vento caldo  d’estate che ti accende il cuore…è una dolce carezza che ti aiuta a sognare.

Amore è un dono invisibile che non tutti riescono a capire!

La Notte

La notte

E’ così bella e triste la notte.

Nasconde mille segreti,

mille misteri.

E’ facile perdersi in lei…

ti nasconde e ti protegge col suo invisibile manto.

Mi somiglia la notte:

impenetrabile,

eppure così vulnerabile.

Buio

Buio

Strappo brandelli di follia lungo l’orlo del paridiso,

mentre azzurri colibrì,

perduti fra le pieghe di un respiro,

volano su pensieri fragili e notturni.

Estate

Luglio

E’ sera il mare non ha più luce e

come ai vecchi tempi un faro illumina

la spiaggi ancora calda,

rendendo il mare un orizzonte infinito di mistero

e magia…

Tutt’ intorno parole, voci,

poi silenzio…

ed un unico pensiero che non vuole svanire.

C’è un vecchio in fondo alla spiaggia:

anche lui fissa il mare,

come in cerca di una risposta ai suoi perchè.

Lo sguardo perso nel vuoto,

un velo di malinconia attraversa i suoi occhi…

poi lacrime,

ed ancora ricordi invisibili,

fantasmi di un tempo passato.

Ansia e cose annesse

Giorno a tutti oppure sera, dipende quando deciderò di postare.

Allora oggi vorrei parlarvi della nostra cara amica ANSIA.

Prima di tutto ci terrei a precisare che l’ansia è un emozione; caratterizzata da momenti di tensione o preoccupazioni interne o esterne all’ ambito in cui ci si ritrova.

Infatti le persone che hanno questa “patologia” presentano spesso pensieri ricorrenti e preoccupazioni.

L’ansia infatti è caratterizzata da sentimenti e preoccupazioni non connessi apparentemente.

Questa è diversa dalla paura, poiché la paura è una reazione ad affrontare un pericolo, mentre l’ansia si pone come obbiettivo l’ affrontare la verificabilità di un evento futuro.

Molti disturbi d’ ansia di manifestano in età infantile, spesso dovute ad un evento avvenuto.

Si manifesta attraverso forme fisiologiche come:

  • l’aumento del battito cardiaco
  • un aumento di concentrazione
  • attacco/fuga

Nel dettaglio, la sistematologia ansiosa, che si manifesta con maggiore gravità nel Disturbo di Panico, comprende: palpitazioni, cardiopalmo o tachicardia, aumento della sudorazione, tremori fini o a grandi scosse, dispnea o sensazione di soffocamento, sensazione di asfissia, dolore o fastidio al petto, nausea o disturbi addominali, sensazioni di vertigine, di instabilità, di “testa leggera” o di svenimento, brividi o vampate di calore, parestesie, derealizzazione o depersonalizzazione, paura di perdere il controllo o “impazzire” e paura di morire.

Aspettate..ma questo succede anche a me…

Attualmente per quanto ne so ci sono due tipi di cure per l’ansia:

  • LA TERAPIA METACOGNITIVA che si focalizza sui fattori che ne contribuiscono lo sviluppo, come la negatività e l’incontrollabilità del rimuginio.
  • PSICOTERAPIA COGNITIVA che si focalizza sulla diminuzione dell’ansia, ed aiuta i pazienti ad affrontare l’imprevibilità quotidiana.

Io ora non sono un medico, come persona che soffre d’ansia e attacchi di panico però posso dire solo una cosa, non è facile riuscire a farla diminuire a stare bene e rendersi conti che si può star bene davvero senza doversi preoccupare di mille e mille cose. Quello che accade accade, non ci si può far niente bisogna provare e riprovare metterci una buona dose di volontà ed anche riuscire a vedere le cose da una prospettiva diversa; dalla prospettiva di riuscire a fare le cose, anche se in quel momento ci sembra impossibile.

Attenti o voi che entrate

Ebbene si, sono tornata!

Alcuni di voi potrebbero conoscermi come Littleslave, altri potrebbero addirittura non conoscermi proprio. Sopratutto perchè negli ultimi due anni sono stata assente.

Quindi direi di iniziare questa nuova avventura, non si sa mai che ci piaccia.

Suppongo vogliate sapere come mi chiamo..e qui le cose sono due o faccio la dispettosa e non ve lo dico o mi comporto a modo. Opterei per la seconda…

Ciao a tutti io sono Nora, la scrittrice di questo Blog, e siccome questo è un blog nuovo cosa ci aspettiamo? Direi tanto per iniziare meno errori grammaticali, apertura (no, non in quel senso) dicevo apertura mentale, magari anche una ragazza cresciuta che oramai non ha più 14 o 15 anni.

Per il resto, argomenti che variano, pezzi di vita quotidiana, argomenti kinky o se non sapete cos’è il kinky, vi facilito la ricerca; basta che scriviate su Google bdsm o se avete Fetlife allora sapete già di cosa si tratta.

Come dicevo prima potete chiamarmi Nora, ho diciotto anni e si, faccio parte di quell’ angolo di mondo dove si punta sempre a superare i propri limiti, o per lo meno ci si prova..

Anche se ora con l’uscita di certi film tutti pensano che sia facile essere kinky, che basti prendere una ragazza per i capelli mentre si scopa o che basti legarla. Beh se la pensate così mi dispiace questo blog non fa per voi.

Prima di tutto vi serve sapere che è principalmente un rapporto basato sulla fiducia e sul rispettarsi a vicenda, poi diventa una cosa mentale, che qui chiameremo dominazione mentale, senza di quella e le altre due sopra elencate non scatterà la “scintilla” e sembrerà tutto un gioco, dopoaver preso la mente, allora solo dopo potete passare all’atto fisico, tenendo sempre in conto che quella/o che avete tra le vostre mani non è un oggetto rimane sempre una persona e come tale deve essere trattata, sempre che non abbiate intrapreso altre ramificazione nel campo. Sicuramente la cosa principale è il Rispetto verso l’altra persona e la Fiducia.

E’ vero anche che io non posso dirvi come vivere la vostra vita, quindi vedeteli come dei consigli che potete prendere in considerazione.

Allora direi che come primo post va più che bene. Siete stati avvertiti quindi, attenti o voi che entrate.

Da qui è tutto, ci si rilegge presto!